Acque minerali e termali

Sono considerate acque minerali naturali le acque che originano da una falda o giacimento sotterraneo, che provengono da una o più sorgenti naturali  o perforate e che hanno caratteristiche igieniche particolari e, eventualmente, proprietà favorevoli alla salute.
Le acque minerali naturali si differenziano dalle ordinarie acque potabili per la purezza originaria, per il tenore in minerali, oligoelementi e per l’assenza di trattamenti di potabilizzazione.
Per essere immessa sul mercato, un’acqua minerale deve ottenere il riconoscimento ministeriale da richiedersi al Ministero della Salute con una domanda corredata da una relazione idrogeologica e dai certificati di almeno quattro analisi chimiche, fisico-chimiche e microbiologiche eseguite nelle quattro stagioni su campioni prelevati alla sorgente; l’autorizzazione all’utilizzo spetta invece alla Regione dove è situata la sorgente.

Sul territorio regionale sono presenti 47 fonti di acque minerali e 14 aziende imbottigliatrici, la maggior parte delle quali concentrate nei territori delle province di Cuneo (20 sorgenti e 5 stabilimenti), Biella (8 sorgenti e 2 stabilimenti) e Torino (6 sorgenti e 1 stabilimento). Vengono inoltre imbottigliate e commercializzate 3 acque di sorgente presenti nel territorio della provincia di Cuneo.
Le acque termali sono acque minerali caratterizzate da una particolare composizione salina; anche se presentano molti elementi comuni alle tradizionali acque minerali, la loro classificazione, da un punto di vista normativo, non è semplice.
Infatti nelle acque termali si possono riscontrare tenori di certi elementi superiori ai valori limite previsti per le acque minerali imbottigliate, dal momento che il loro uso è limitato nel tempo, l’ambito di impiego è sotto controllo medico e alcuni elementi presenti in quantità elevata possono determinare l’attività farmacologica delle acque termali.
In Piemonte gli stabilimenti termali (che utilizzano acque calde) e quelli per cure idropiniche e/o termali (che utilizzano acque fredde) sono complessivamente 10, ubicati nelle province di Alessandria, Asti, Cuneo e Verbano-Cusio-Ossola.

 

Attività servizi e controlli di Arpa Piemonte

Normativa

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it